LA NATURALE ALTERNATIVA!

 

• PRODOTTI FITOTERAPICI
• ALIMENTI BIOLOGICI E NATURALI
• FITOCOSMESI
• DETERSIVI ECOLOGICI
• VASTO ASSORTIMENTO DI TE' E TISANE
• IDEE REGALO


erisimo

L'erisimo, o “erba del cantante” (Sysimbrium officinale, Scop.) è una pianta erbacea annuale, alta fino a 1,60 m. Presenta rami rigidi, le foglie inferiori sono dentate e pennatosette, quelle superiori rimangono intere, piccoli fiorellini giallo pallido e i caratteristici frutti della famiglia delle Brassicaceae o Cruciferaea: le le silique.

 

Della stessa famiglia, ad uso alimentare ritroviamo i più famosi cavoli, broccoli, ravanelli, senape o rucola!

Popolarmente viene chiamata “erba cornacchia” o “erba del cantante”.

Si usa la pianta fiorita, raccolta nel suo tempo balsamico, quello cioè nel quale la concentrazione di principi attivi è al massimo che per l'erisimo è tra maggio e luglio.

 

Grazie a un fitocomplesso che presenta glicosidi solforati, flavonoidi, tannini e steroidi, l'erisimo è utilizzato come antiinfiammatorio ed espettorante nelle affezioni delle prime vie aeree e in particolar modo per le corde vocali (da qui il nome: erba del cantante!). I composti solforati infatti sono responsabili di un'azione di tipo irritativo, grazie alla quale otteniamo l'effetto mucolitico, espettorante, stimolante ed iperemico.

 

La medicina tradizionale mediterranea che associa l'utilizzo delle piante alle loro forme e colori, per il colore giallo dei fiori, oltre che per i suoi principi attivi, la consiglia nelle infiammazioni della colecisti.

 

E ora una curiosità: nella Francia di Luigi XIV era considerato un rimedio infallibile contro l'afonia. Famoso era lo sciroppo di Erisimo, consigliato da Racine nel suo epistolario a Boileau.

 

 

Dalla mia alla vostra “dispensa”

Tisana per la Gola:

Erisimo 40gr

Malva 30gr

Liquirizia 30gr

 

1 cucchiaio per tazza di acqua calda da lasciare in infusione per 20-25 minuti.

 

germogli

I GERMOGLI

Come sempre nel piccolo trovi i tesori più preziosi! Questi piccoli semini, che si preparano a diventare piante rigogliose, sono delle vere e proprie bombe di vitamine, sali minerali, carboidrati, proteine, acidi grassi essenziali e oligoelementi! E la cosa migliore è che sono super digeribili e biodisponibili! Durante la germinazione che avviene in acqua, infatti, si attivano enzimi che predigeriscono amidi ed emicellulose in zuccheri, le proteine in amminoacidi e i lipidi in acidi grassi, soprattutto omega 3 e omega 6, sono ottime fonti inoltre di vit B12.

Inoltre gli amminoacidi attraverso un processo di “chelazione”, catturano i minerali (calcio, fosforo, rame, selenio, zinco, ferro etc) favorendone l'assorbimento.

I germogli possono essere consumati tutti i giorni in insalata, accompagnati ai formaggi o in pratici e velocissimi panini!

A seconda della pianta hanno proprietà diverse, ve ne elenco alcuni, quelli a mio avviso più importanti!

GERMOGLI DI ALFA ALFA O ERBA MEDICA:

Ricchi di Cumestrolo, una sostanza simile all'estradiolo, che aiuta a regolare la produzione ormonale. Hanno vitamine (C, E, D, K), oligoelementi come Fosforo, Rame, Zinco, Selenio, inoltre sono ricchi di Clorofilla, ottimo alleato contro l'anemia e ottimo depurativo del sangue.

GERMOGLI DI GIRASOLE:

Ricchi di vitamina E, C, di minerali come Calcio e Fosforo e fitosteroli.

GERMOGLI DI LENTICCHIE:

Come le lenticchie ottimi integratori di Ferro!

GERMOGLI DI PISELLI:

Ricchi di fitoestrogeni.

GERMOGLI DI BROCCOLI:

Questi ultimi vengono citati in uno studio condotto in Giapppone da un team internazionale coordinato da Jed Fahey della J.Hopkins University School of Medicine. Per due mesi sono stati somministrati quotidianamente 70g di germogli di broccoli ricchi di Sulforafano a un gruppo di 25 persone. Parallelamente sono stati somministrati germogli di alfa alfa, che non contengono il sulforafano, ad un gruppo di controllo di 25 persone. Al termine dei due mesi il gruppo che assumeva con regolarità i germogli di broccoli ha riportato una riduzione del 40% del marker per l'Helicobacter Pylori. Inoltre i livelli del marker sono tornati a prima della cura otto settimane dopo aver interrotto il trattamento. Lo studio dimostra che i germogli possono tenere sotto controllo l'H. Pylori, ma non distruggerlo.

 

(fonte: I Magnifici 20, Marco Bianchi)

Ecodizionario

ECODIZIONARIO

Per una consapevole comprensione degli INGREDIENTI descritti nelle etichette dei detergenti convenzionali e naturali

 

DESCRIZIONE

(nome ingrediente)

Acido citricoAcido cloridrico Acido fosforicoAcido lattico

Acido ortofosforico

Acqua ossigenata (Perossido d’idrogeno)

Acrylate copolymer

Alchil ammina di cocco qua-ternaria etossilata

Alchil polietossisolfato sodico Alchilpoliglucoside

 

Alchilamidopropilbetaina

 

Alchilbenzensolfato di sodio Alcol etilico

Alcol etossilato

 

 

Alcol etossisolfato Alcoli alcossilati

 

Alcoli grassi polietossilati

 

 

Antischiuma

 

APG (alchilpoliglucoside) Benzalconio cloruro

Betaina

 

 

BHA - BHT

 

Bicarbonato di sodio

FUNZIONE

 

Regolatore di pH, anticalcareAcidiicante

Acidiicante,tamponeRegolatore di pH, anticalcareAcidiicante,tamponeSbiancante, igienizzante

 

Viscosizzante

Tensioattivo fortemente sgrassante

 

Tensioattivo anionico sintetico

Tensioattivo nonionico composto da acido grasso da cocco e amido da patata o mais

Tensioattivo dolce e con buone capacità solventi e lavanti, non speciicata l’origine,molto probabilmente di sintesi.

Tensioattivo anionico petrolifero, tutto sintetico

 

Conservante, solvente dei grassi

Tensioattivo nonionico

 

Tensioattivo anionico

 

Tensioattivo nonionico con una grossa quantità di derivato petrolifero

 

Tensioattivo nonionico

 

 

Regola lo sviluppo di schiuma, è una emulsione siliconica

Tensioattivo non ionico composto da acido grasso da cocco e amido da patata o mais

Disinfettante

 

Tensioattivo dolce e con buone capacità solventi e lavanti: non speciicata l’origine,molto probabilmente di sintesi

Antiossidanti

 

Tampone pH, builders

VALUTAZIONE ECOLOGICA

 

Ottimo

Pessimo,se scaricato in forma acida

Pessimo,eutroizzante delle acque supericiali

Ottimo

Pessimo,eutroizzante delle acque supericiali

Ottimo

 

Pessimo, scarsamente biodegradabile

Pessimo, scarsamente biodegradabile,molto tossica per gli organismi acquatici

Medio-buono

Ottimo, biodegradabile

 

Medio

 

 

Pessimo, non è biodegradabile

anaerobicamenteOttimo

Buono, anche se la parte petrolchimica può essere dal 30% al 70%

Medio-buono, anche se la partepetrolchimica può essere dal 30% al 70%

Medio-buono, spesso usati nei brillantanti,quando rimane sui piatti pericoloso per inge-stione,pocobiodegradabileanaerobicamente

Buono, anche se la parte petrolchimica può essere dal 30% al 70%

Pessimo

 

Ottimo, biodegradabile

 

Pessimo, non è biodegradabile,uccide microrganismi acquatici

Medio

 

 

Pessimi, sospettati di essere disturbatori

endocrini

Ottimo, si decompone in sostanze presenti in

natura

 

Bitrex

 

 

Boric acid

C 9 – C 11 alcol etossilato C 12 – C 15 pareth 7 Carbonato di sodio

Carbopol (carbomer)

 

Citrato di sodio

CMC (Carbossimetilcellulosa)Coccoamidopropilbetaina

 

Coccoil solfato di sodio Dichlorobenzyl Alcohol

Dietanolammide di cocco (Cocamide DEA - MEA -TEA)

 

Dimethicone

 

EDTA (Trisodium,Disodiumo Tetrasodium) Acido Etilen-diammino tetracetico

Enzimi

 

Esterquat di origine vegetaleFormaldeide

Fosfonati

Glycereth-7 cocoate

 

IsopropanoloLauramidopropilbetaina

 

Laureth-7

 

Lauril etere solfato di sodio (SLES)

Lauril solfato Magnesio solfato

Methylchloroisothiazolinone,Methylisothiazolinone

ParabeniPerborato di sodio

Denatonium benzoate,

denaturante amarissimo

 

Conservante, stabilizzante di enzimi

Tensioattivo nonionicoTensioattivo nonionicoAlcalinizzante, builders

Addensante, geliicante sintetico il cui componente principale è acido acrilico.

Sequestrante la durezza dell’acqua

Antiridepositante, ammorbidentedi derivazione vegetale

Tensioattivo dolce con buone capacità solventi e lavanti, sicuramente di originevegetale da cocco

Tensioattivo anionico di origine vegetale

Conservante

Tensioattivo nonionico,addensante,

viscosizzante, surgrassante

 

Regola lo sviluppo di schiuma,totalmente di sintesi

Sequestrante dei metalli

Servono a depolimerizzare lo sporco vecchioAmmorbidente, condizionante

Conservante,tossicoSequestranti, stabilizzanti Tensioattivo nonionico

 

Alcool sintetico

Tensioattivo dolce e con buone capacità sol-venti e lavanti

Tensioattivo nonionico

 

Tensioattivo anionico di origine vegetale con una parte petrolchimica

Tensioattivo anionico di origine vegetale Addensante, stabilizzante

Conservanti

Conservanti di grado farmaceuticoSbiancante a base di ossigeno

Ottima la sicurezza intrinseca,

di origine sintetica

 

Pessimo,riconosciuto come teratogeno

Buona biodegradabilità, completamente di origine petrolchimica

Mediocre, completamente di origine pe-trolchimica

Ottimo, si decompone in sostanze presenti

in natura

Pessimo, scarsamente biodegradabile

 

BuonoMedio

 

Medio

 

 

Ottimo

Pessimo, la sostanza è limitata dalla legge.

Pessimi, molto pericolosi, in determinatecondizioni possono liberare nitrosammine (cancerogene)

PessimoPessimo

 

Biodegradabilissimi, sono ottenuti conbiotecnologie

Buono, biodegradabile

Pessimo, sostanza classiicata CMRBuono, sono fotodegradabili

Medio, una parte della molecola è di origi-ne petrolchimica

BuonoMedio

 

Medio, anche se la parte petrolchimica arriva al 70%

Medio buono, anche se la parte petrolchi-mica può essere dal 30% al 70%

OttimoBuono

Allergizzante, il suo impiego è strettamen-te limitato in quantità proprio per il suo potere sensibilizzante

Media, sospettati di essere disturbatori

endocrini

Pessimo, il boro è eutroizzante, il perbora-to è riconosciuto come teratogeno

 

Percarbonato di sodio

 

Perossido d’idrogeno

(acqua ossigenata)

 

PoliacrilatiPolicarbossilati Polietilenglicole (PEG)Sapone

 

Sapone : Cocoato di Sodio(Sodium Cocoate)

Sapone sodico

 

Sapone: Sodium Tallowate

 

Saponi: Cocoato di Potassio(Potassium Cocoate)

Sbiancanti ottici

 

 

Silicato alcalino di sodio Silicato di sodio

Silicato lamellareSiliconi

Sodio citrato tribasico

Sodio cloruro

Sodio lauril etere solfato

 

Sodio metasilicato Sodio solfato anidro Sodium coceth sulfate

 

SodiumC12C15parethsulfateSodium Hydroxymethylglicinate

Sodium Iminodisuccinate

Solfato di sodio

Sodium styrene/acrylates copolymer

Tetra acetiletilendiammina (TAED)

TKKP (Tetra potassio pirofo-sfato)

Zeolite A

 

2-Bromo-2-Nitropropane-1,3-Diol

Sbiancante a base di ossigeno

 

Sbiancante, igienizzante

 

Antiridepositanti Antiridepositanti

Addensante,totalmente sintetico

Tensioattivo anionico, abbatte la schiuma. L’olio o il grasso di origine non è speciicato

Tensioattivo anionico, abbatte la schiuma. L’olio di partenza è di origine vegetale

Tensioattivo anionico, abbatte la schiuma. L’olio o il grasso di origine non è speciicato

Tensioattivo anionico, abbatte la schiuma. Il grasso di partenza è di origine animale

Tensioattivo anionico, abbatte la schiuma. L’olio di partenza è vegetale

Triazinici o Bisfenolici, cambiano la lunghezza d’onda dei raggi UV e li trasformano in visibilifornendo il bianco che più bianco non si può.

Alcalinizzante, corrosivo Alcalinizzante, corrosivo Sequestrante solubile non corrosivo

Regolatori di schiuma, totalmente di sintesiSequestrante la durezza dell’acqua Addensante, è il normale sale da cucina

Tensioattivo anionico di origine vegetale con una parte petrolchimica

Alcalinizzante Riempitivo inerte

Tensioattivo anionico di origine vegetale con una parte petrolchimica

Tensioattivo anionicoConservante

Sequestrante

Riempitivo inerte Viscosizzante

 

Abbassa la temperatura di decomposizione degli sbiancanti a base di ossigeno

 

Sequestrante della durezza dell’acqua

 

Sequestrante della durezza dell’acqua, insolubile.

Conservante

Ottimo, si decompone in sostanze presenti

in natura

Ottimo, si decompone in sostanze presenti

in natura

Mediocre

MediocreMediocre

OttimoOttimoOttimoOttimoOttimo

Pessimi, scarsamente biodegradabili edallergizzanti

 

MediocreMediocreBuonoPessimoBuonoOttimo

Medio – buono, anche se la parte petrol-chimica può essere dal 30% al 70%

MedioBuono

Medio – buono, anche se la parte petrol-

chimica è circa il 30%

Mediocre, completamente di originepetrolchimica

Pessimo, cessore di formaldeide(sostanza CMR)

Medio - buonoBuono

Pessimo, scarsamente biodegradabile

 

Mediocre

 

Pessimo,eutroizzantedelleacquesupericiali

Pessimo, non si scioglie e rimanenei fondali dei laghi, mari, iumi.

Pessimo, cessore di formaldeide(sostanza CMR)

Stampato su carta riciclata

CLASSI DI TENSIOATTIVI

 

Tensioattivianfoteri:alchilamidopropilbetaina, coccoamidopropilbetaina, betaina, lauramidopropilbetaina

Tensioattivi anionici : coccoil solfato di sodio, alchilbenzensolfonato sodico, alchil polietossisolfato sodico, alchilben-zensolfato di sodio, alchilbenzensolfonatosodico, alcol etossisolfato,cocoil solfato di sodio, coccoato di potassio, coccoatodi sodio, lauril etere solfato di sodio, lauril solfato di sodio, sapone, sapone sodico, sodium C12 C15 pareth sulfate, sodiumcoceth sulfate, sodium lauril etere solfato, sodium tallowate

Tensioattivi cationici: estere quaternizzato, esterquat di origine vegetale, alchilammina di cocco quaternaria etossilata

Tensioattivi non ionici: alchil poliglucoside, alcol etossilato, alcoli grassi polietossilati, alcoli alcossilati, C9-C11 alcoletossilato

 

La valutazione riportata si basa su informazioni reperite dai principali protocolli di certiicazione ecologica o biologica e su daticome biodegradabilità,origine della materia prima (petrolchimica,vegetale,animale o minerale),produzione più o meno inquinanteo eficacia della molecola stessa.

Questaguidanonvuoleessereesaustiva, mavuolefornirealcunisemplicidatiafinchéognunodinoipossacomportarsida consumatore consapevole.

 

DOVE TROVARE GLI INGREDIENTI DI UN DETERSIVO

In applicazione al Regolamento CE n. 648/2004, tutti i produttori devono indicare, sulle etichette di ogni detersivo, un sito web nelquale devono essere elencati tutti gli ingredienti in ordine decrescente di peso.

Oficina naturae da sempre riporta l’elenco completo degli ingredienti direttamente su tutte le etichette.

 

Alcuni componenti possono essere quasi indispensabili, per ottenere un prodotto che oltre ad essere ecologico sia anche eficace,ma è comunque importante veriicare quanto realmente siano indispensabili e quanto possano essere poco rispettosi della salutedella persona e dell’ambiente.

 

Sonoquiriportatialcuniesempidiingredientigenerici, utilizzandol’Ecodizionarioèpossibileestrapolarelalorovalutazioneecologica.

Nelle etichette di alcuni detergenti, sia convenzionali che naturali, si possono trovare alcune descrizioni MOLTO GENERICHEche possono “nascondere” componenti diversi.

 

DESCRIZIONE-FUNZIONE

COSAPOSSONONASCONDERE

Addensanti

Sodio cloruro, polimeri vinilici, carbopol, polietilenglicole

Additivi

Impossibile fare degli esempi, tutto e nulla

Antiridepositanti

Policarbossilati, CMC Carbossimetilcellulosa

Coloranti alimentari

Non è detto che tutti siano buoni anche se alimentari

Coloranti

Non è detto che tutti siano buoni

Conservanti

C’è di tutto, dalla formaldeide al fenossietanolo

Fragranza

Profumo sintetico

Opacizzanti

Dispersioni di polietilene, acrilati, maleati, in pratica plastica liquida

Profumo

Profumo sintetico

Profumo a norma IFRA

Profumo sintetico

Regolatori di schiuma

Siliconi

Sequestranti

EDTA

Stabilizzanti

Impossibile fare degli esempi, tutto e nulla

Viscosizzanti

Vedi addensanti

 

La presente guida è frutto della esperienza e ricerca di Oficina Naturae.

Le indicazioni riportate corrispondono alle attuali conoscenze scientiiche, quindi soggette a possibili future variazioni.

 

 

RiminiTel 0541/790715 fax 0541/901063Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.oficinanaturae.com

NUTRI...AMIAMOCI

Il tempo si stabilizza, la temperatura sale e la prova costume si avvicina.....ti sembrano già sentite queste parole? a me si!

 

come tutti gli anni d'ora in poi sentirai parlare di "bere tanto, mangiare tanta frutta e verdura" etc etc, bla bla bla!

 

Verissimo e giustissimo, ma non con qualche eccezione!

In alcuni casi infatti il nostro organismo ha bisogno di "squilibri", purchè controllati e per brevi periodi!

 

Alcuni protocolli dietetici molto in voga in questi mesi, suggeriscono un "fai da te" che può rivelarsi molto pericoloso; infatti ci sono delle precauzioni d'uso e soprattutto lo squilibrio non può essere protratto per lunghi periodi!

 

Ma spieghiamo bene di cosa stiamo parlando:

 

Non tutti sanno che il dimagrimento non è fisiologico, il nostro corpo non è fatto per dimagrire, è invece programmato per assimilare e immagazzinare le scorte per poter far fronte a periodi di crisi!

 

Capito questo capiremo facilmente anche il meccanismo che sta dietro ai così detti effetti yo-yo: normalmente mangiamo in quantità, per perdere qualche chilo decidiamo allora di calare le dosi e in effetti in un primo momento con più o meno facilità perdiamo i nostri primi chiletti, noi però non siamo fatti per perdere peso, è contro natura, quindi il nostro organismo si adegua al nuovo apporto calorico e cala il metabolismo di base, che consuma circa il 70% delle calorie quotidiane, demolendo la massa magra. Non appena torniamo alle vecchie abitudini riprendiamo tutti i chili persi con tanta fatica, magari anche con qualcosa in più!

 

Dobbiamo quindi trovare un modo per perdere peso senza abbassare il nostro metabolismo! Come?

 

Regimi alimentari normoproteici, ipoglucidici e ipolipidici possono aiutare, in quanto riducono l'effetto collaterale della perdita di massa magra.

Ultimamente si sente molto parlare di chetosi, un meccanismo che in soggetti sani è del tutto fisiologico e sicuro.

 

In carenza di glucosio, il carburante normalmente utilizzato dalle cellule del nostro corpo, l'organismo mette in atto 3 strategie difensive:

  1. smobilita le riserve di glucosio (glicogeno) da fegato e muscoli

  2. lo ricava da alcuni aminoacidi: gluconeogenesi

  3. utilizza i grassi (la riserva energetica più grande) trasformandoli in corpi chetonici: la chetosi!

 

Il primo step è il più rapido e si esaurisce in poco tempo in quanto le riserve di glicogeno sono modeste, il secondo lo possiamo controllare assumendo adeguate porzioni proteiche durante la dieta quotidiana, il terzo è quello che permette di perdere peso!

 

Con questo metodo la perdita di peso è mirata, controllata e definitiva in quanto il metabolismo non si abbassa, scongiurando l'effetto yo-yo delle diete ipocaloriche equilibrate. Il meccanismo chetogenico e le diete proteiche in generale bloccano la sensazione di fame e danno una piacevolissima sensazione di benessere ed euforia,. Da un punto di vista evoluzionistico l'euforia associata ad un breve periodo di digiuno riduce l'ansia e supporta la ricerca di cibo!

 

Brevi periodi normoproteici possono risultare utili anche per normalizzare livelli alti di colesterolo o trigliceridi.

 

Ma attenzione! Diffidate del “fai da te”, anzi affidatevi a professionisti esperti e qualificati che sappiano indirizzarvi verso il metodo migliore per rimettervi in forma!

 

Clicca qui per vedere tutti i Prodotti correlati a questo argomento

Eventi e Collaborazioni

TUTTI I MESI

NATUROPATA E GESTALT COUNSELOR Marina Giusti

PROFESSIONISTA DEL BENESSERE NATURALE PER ADULTI E BAMBINI

SPECIALISTA IN ALIMENTAZIONE NATURALE

DETOX E ANALISI DEL CAPELLO

PRENOTA LA TUA CONSULENZA PERSONALIZZATA



TUTTI I VENERDI'

Nutrizionista DOTT.SSA LAURA PAESANO

PROFILO ALIMENTARE PERSONALIZZATO, INTOLLERANZE ALIMENTARI E FIORI DI BACH PRENOTA LA TUA CONSULENZA PERSONALIZZATA



SU APPUNTAMENTO

CONSULENZA PSICOLOGICA A CURA DELLA DOTT.SSA MARZIA CALVANELLI, PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA

PRENOTA UNA CONSULENZA GRATUITA!!



TUTTI I MESI

NATUROPATA IRIDOLOGO STEFANO CASTELLINA

INTOLLERANZE ALIMENTARI, RIEQUILIBRIO ENERGETICO, FLORITERAPIA E IRIDOLOGIA

PRENOTA LA TUA CONSULENZA



PER APPUNTAMENTI O MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTATEMI DIRETTAMENTE IN ERBORISTERIA


Contatti

Via Roma 63 40052 Baricella (BO)

telefono - 051879827

email - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

fb - www.facebook.com/Erboristeria.ErbaBirba

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Erba Birba per ricevere tutti gli aggiornamenti sui nostri prodotti e le nostre iniziative direttamente nella tua casella email!

Seguimi anche sui Social Networks